Il vecchio binocolo e la vista della Luna

luna binocolo

Ho ritrovato un vecchio binocolo che avevo acquistato più di 7 anni fa per 10 euro in un mercato. Non avrebbe alcuna caratteristica utile all’osservazione astronomica ma per puro caso la Luna passava da quelle parti. La foto realizzata con una fotocamera attaccata al visore del binocolo in equilibrio precario non rende giustizia alla qualità dell’immagine dal vivo. Pur essendo un binocolo scarsissimo era possibile vedere i crateri del nostro satellite, a patto di tenere la mano congelata ferma.

Se abitate in una zona poco illuminata prendete in considerazione l’acquisto di un telescopio.

Annunci

Navigazione a vela nel Sistema Solare

Lunar Flashlight è un prototipo di sonda spaziale sviluppato dalla NASA/Jpl del tipo CubeSat. Verrà lanciata insieme al primo volo di prova del SLS (Space Lauch System), nuovo vettore per il prossimo lancio di Orion che arriverà alla Luna e tornerà a terra.

E’ la prima sonda nel suo genere a raggiungere il satellite naturale delle Terra e si occuperà di studiare la materia volatile proveniente da alcuni crateri del polo sud. Come sistema propulsivo verrà per la prima volta utilizzata una vela da 80 m² che sfrutterà la pressione del vento solare.

La navigazione a vela, proprio come gli antenati che scoprivano nuovi continenti? Non proprio. La navigazione a vela che verrà testata attraverso questa missione non è assolutamente applicabile al volo spaziale dell’uomo. La vela necessaria sarebbe enorme, al di là di ogni capacità di costruzione umana.


Fonti:
http://sservi.nasa.gov/articles/lunar-flashlight/

Eclissi solare del 20 marzo 2015 e i ricordi del 1999

Ormai gli articoli sull’eclissi solare di domani, 20 marzo, si sono moltiplicati come funghi. Da quelli tipo “Tutto quello che c’è da sapere su…” a quelli altri più catastrofisti che preannunciano l’imminente fine del mondo. Odio sia quelli che pretendono di farti sapere solo quello che loro pensano tu debba sapere sia gli altri che trovano messaggi divini in qualunque evento astronomico importante.

Personalmente ho assistito all’eclissi totale di Sole dell’11 agosto 1999, a quel tempo vivevo in un altro paese. Fu un evento impressionante. La preparazione per quei pochi secondi che è durata la copertura completa del Sole era durata mesi. Era emozionante anche solo andare a comprare gli occhialini protettivi tipo quelli di carta utilizzati per il cinema 3D ma che al posto delle lenti avevano una pellicola tipo foglio di alluminio.  Continua a leggere

Eclissi solare del 20 marzo 2015 preoccupa il sistema energetico europeo

Il 20 marzo 2015 l’Europa sarà interessata da un’eclissi solare all’incirca dalle ore 9 alle 12 in base alla latitudine a cui si troverà l’osservatore. Per l’Italia si parla tra 50-70% di copertura massima del Sole. Per un eclissi totale oppure semplicemente per osservare una copertura maggiore bisognerà spostarsi più a nord verso l’Atlantico.

L’ombra della Luna partirà la centro dell’Oceano Atlantico e proseguirà verso il Polo Nord passando tra l’Islanda e il Regno Unito. L’Europa nord occidentale sarà interessata da una copertura solare fino al 90%.

L’ENTSO-E, un’organizzazione dedicata alla gestione della trasmissione di energia elettrica a livello europeo, lancia un’allarme riguardante possibili blackout nel giorno dell’eclissi. La principale causa sarebbero i pannelli fotovoltaici che per 2 ore circa non potranno funzionare normalmente, proprio in un momento della giornata in cui la richiesta di energia elettrica sarà elevata. Continua a leggere

Esplorazione interplanetaria con Orion e SLS

Riproduzione grafica del veicolo Orion. Crediti foto: NASA
Riproduzione grafica del veicolo spaziale Orion.  Crediti foto: NASA

Orion è un nuovo progetto della NASA che riguarda la costruzione di un veicolo spaziale che possa sostituire lo Shuttle guidando gli Usa nella nuova era dell’esplorazione dello spazio. Una volta ultimate le prove sarà in grado di portare l’uomo ad esplorare asteroidi (catturati in orbita lunare) oltre che tornare sulla Luna in previsione di un futuro lavoro di costruzione della prima base lunare, ammesso che ci siano le risorse nel futuro per farlo.

La società scelta per guidare il progetto è la Lockheed Martin. Il primo volo di prova senza equipaggio è avvenuto il 5 dicembre 2014, della durata di qualche ora con una massima altitudine raggiunta di 5800 km. Il vettore utilizzato per portare Continua a leggere

Asteroide 2014 BL86 passaggio ravvicinato alla Terra

Nella serata di lunedì, 26 gennaio 2015, l’asteroide 2004-BL86 con un diametro di circa 0.5 km passerà vicino al pianeta Terra ad una distanza pari a circa 3 volte quella lunare. Pertanto non vi è alcun pericolo di impatto con il pianeta oppure con la Luna.
Per tanti appassionati di spazio sarà invece un evento raro che non si ripeterà almeno fino al 2027 quando sarà la volta dell’asteroide 1999-AN10, che arriverà ad una distanza paragonabile a quella lunare. Continua a leggere