La giapponese JAXA e le centrali solari orbitanti

JAXA, l’agenzia per l’esplorazione spaziale giapponese, valuta l’idea di poter sfruttare pannelli solari posizionati in orbita per generare energia elettrica. L’idea è quella di svincolare la produzione di elettricità dalle condizioni atmosferiche e dal cambiamento dovuto all’alternasi delle stagioni.

Il piano consiste nel raccogliere l’energia solare e convertirla in radiazione elettromagnetica della lunghezza d’onda delle microonde o in alternativa fasci laser. Trasmettere l’energia attraverso l’atmosfera a punti di raccolta posizionati a terra oppure nell’oceano con l’intenzione di riconvertirla in elettricità o utilizzarla per la produzione di idrogeno. Continua a leggere

Annunci

Apple pensa all’auto elettrica; I progressi del Giappone

Come tutti i colossi HiTech anche Apple è impegnata nel fare il suo debutto in nuovi settori quale quello dell’auto. Sembra infatti che possa partire a breve un progetto (Titan) rivolto alla costruzione di un’auto elettrica da lanciare nei primi anni dopo il 2020.

Google, il primo competitor nel settore informatico, è impegnato soprattutto nello sviluppo di un’auto a guida autonoma. La concorrenza nel settore delle auto elettriche però non manca. Ci sono già Tesla, General Electric e alcune giapponesi come la Nissan. Sebbene la maggioranza dei marchi giapponesi e tedeschi attualmente puntino più sull’ibrido con qualche auto elettrica che serve più come prototipo per il futuro. Continua a leggere

Droni Contadini nel futuro dell’agricoltura

Delle tante tecnologie emergenti i droni sono tra quelle che promettono meglio per il futuro. Hanno varie applicazioni e i costi contenuti della tecnologia li rendono alla portata di un mercato molto ampio.

In Giappone i droni contadini sono molto numerosi (si parla di più di 2000). Si tratta in genere di elicotteri radiocomandati alti circa 1 m, ma non mancano modelli plurimotore . Vengono impiegati soprattutto per la gestione delle risaie: nel monitoraggio, nelle operazioni di routine (es. spraying delle risaie) e nel trattamento delle piante.

Un esempio ne è l’UAV Yamaha RMAX:
http://rmax.yamaha-motor.com.au/

Perché i droni risulterebbero convenienti in ambito agricolo? Continua a leggere