Salone dell’auto Torino 2016, anticipazioni in giro per la città

Annunci

Arriva l’E-diesel prodotto da Audi

Il problema maggiore delle energie rinnovabili è dovuto alla mancanza di sistemi efficienti di stoccaggio dell’energia. Audi e Sunfire propongono un tipo di e-diesel sintetico, chiamato Blue Crude, ottenuto a partire da 3 elementi principali:

  • acqua
  • anidride carbonica
  • energia elettrica

Si parte dall’elettrolisi dell’acqua grazie all’energia ricavata da fonti rinnovabili. In questo modo si ottiene l’idrogeno molecolare (H2). Perché allora non usare direttamente l’idrogeno? Perché i costi di conversione tecnologica del’utilizzatore sarebbero proibitivi e soprattutto l’idrogeno non è il più tranquillo dei gas da caricare a bordo delle auto.

Nel secondo step si genera monossido di carbonio (CO) a partire dall’anidride carbonica (CO2). Nel terzo e ultimo step si fa reagire il monossido di carbonio (CO) con l’idrogeno molecolare (H2) in specifiche condizioni di temperatura e pressione per generare il Blue Crude, un idrocarburo a catena allungata paragonabile al Crude Oil. Continua a leggere

Apple pensa all’auto elettrica; I progressi del Giappone

Come tutti i colossi HiTech anche Apple è impegnata nel fare il suo debutto in nuovi settori quale quello dell’auto. Sembra infatti che possa partire a breve un progetto (Titan) rivolto alla costruzione di un’auto elettrica da lanciare nei primi anni dopo il 2020.

Google, il primo competitor nel settore informatico, è impegnato soprattutto nello sviluppo di un’auto a guida autonoma. La concorrenza nel settore delle auto elettriche però non manca. Ci sono già Tesla, General Electric e alcune giapponesi come la Nissan. Sebbene la maggioranza dei marchi giapponesi e tedeschi attualmente puntino più sull’ibrido con qualche auto elettrica che serve più come prototipo per il futuro. Continua a leggere

Caratteristiche dell’auto ibrida, HYBRID Mercedes

La tecnologia che verrà descritta nel presente articolo è disponibile già da qualche anno. Riguarda in particolare il modello Mercedes Classe E BlueTEC HYBRID, un’autovettura ibrida della cassa di Stoccarda. E’ un ottimo esempio di come sia possibile migliorare l’efficienza globale della vettura andando a perfezionare i singoli sistemi e la loro integrazione. Ma sono ormai numerosi i marchi di autovetture che presentano sempre più spesso auto con funzioni e prestazioni simili.

Un motore termico diesel 4 cilindri fornisce una potenza di 150 kW (4200 giri/min) a cui si aggiunge un motore elettrico da 20 kW alimentato da batterie al litio. La ricarica delle batterie aviene quando la macchina viaggerà a velocità costante e nella fase di frenata. La vettura avrà una velocità massima di 230 km/h, con un consumo combinato di 4,5 l/100km ed un emissione di CO2 equivalente pare a circa 116 g/km. Il tutto ovviamente dipende dallo stile di guida di chi è al volante dell’autovettura. Continua a leggere