Terremoti dell’Italia centrale

La seguente è una mappa dei terremoti con magnitudo superiore a 4 Richter che hanno interessato l’Italia centrale dal 26 ott al 1 nov 2016. Fonte dati INGV.

terremoti_centro_italia

I terremoti sono avvenuti in una zona di confine tra la Placca Eurasiatica e la Placca Adriatica. Questa è compresa tra la le placche: Eurasiatica, Africana (da cui si presuppone abbia avuto origine) e quella del Mar Egeo.

AGGIUNTO il 12.12.2016

terremoti_italia_centrale

**scritto in R utilizzando mappe Google.

Annunci

Lancio di Jason-3 riuscito. Fallito rientro del primo stadio Falcon 9

Il lancio del satellite Jason-3 per lo studio degli oceani e dei mari è riuscito. Il satellite è stato posizionato correttamente in orbita LEO circa un ora dopo il lancio avvenuto il 17/01/2016 alle ore 19:42 dalla base Vanderberg.

Fallito l’atterraggio del primo stadio del vettore Falcon 9 di SpaceX. Già i precedenti atterraggi nel 2015 su una piattaforma marina erano falliti. L’unico riuscito è stato il tentativo avvenuto a dicembre 2015 sulla terraferma.

Rispetto alle altre volte il primo stadio è riuscito a fermarsi sulla piattaforma prima del cedimento strutturale di una gamba con successiva inclinazione ed esplosione. E’ probabile che la gamba sia stata sollecitata per via di un atterraggio più duro del previsto.

Il recupero dei razzi è un aspetto che potrebbe abbassare notevolmente il costo dei lanci nello spazio. Attualmente i vettori Falcon 9 costano all’incirca 60 milioni di dollari. Le somme risparmiate potrebbero essere superiori al 50% dell’attuale costo. Per Elon Musk, fondatore di SpaceX, i costi potrebbero abbassarsi anche di 100 volte.

In vista dell’atterraggio di Rosetta sulla cometa. Settembre 2016.

Rosetta è una sonda spaziale gestita da ESA con il compito di indagare la struttura e la composizione della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko. La missione è iniziata con il lancio il 2 marzo 2004. Il 6 agosto 2014 la sonda raggiunge la cometa. Tre mesi dopo viene dispiegato il lander Philae con il compito di ancorarsi alla superficie della cometa per studiarne le proprietà.

La cometa ha raggiunto la distanza minima dal Sole il 13 agosto 2015. La missione doveva finire nel dicembre del 2015 ma è stata estesa fino a settembre 2016. Man mano che la cometa si allontanerà dalla stella la sonda Rosetta disporrà di sempre minore energia per far funzionare tutti i sistemi.

Durante il periodo di estensione della missione la sonda cercherà di localizzare Philae attraverso OSIRIS (fotocamera ad alta risoluzione) per tentare di ristabilire un contatto. Si dedicherà inoltre ad esplorazioni con rischi sempre più elevati. E’ prevista una possibile chiusura della missione nell’autunno del 2016 con l’atterraggio della sonda stessa sulla cometa. Oltre quel momento la comunicazione e l’utilizzo degli strumenti diventerà comunque improbabile.

L’Agenzia Spaziale Europea nel 2016

Quali saranno le operazioni principali che ESA (l’Agenzia Spaziale Europea) eseguirà nel 2016? Gallileo (4 nuovi satelliti) e Copernicus  saranno l’obiettivo principale. Comincerà a prendere forma anche la missione EXO Mars che porterà nel 2018 il primo rover europeo sul suolo marziano. La prima missione è programmata per il 2016 e sarà composta da TGO (trace gas orbiter) e il lander Schiaparelli (in onore dell’astronomo Giovanni Schiaparelli) che avrà l’obiettivo di dimostrare l’atterraggio in vista del 2018.

Copyright video ESA