Lo smorzamento climatico

Recentemente avevo scritto un articolo riguardo ad uno studio sponsorizzato dalla Nasa che metteva in evidenza come nella profondità dell’Oceano Pacifico vi sia stato intrappolato più calore rispetto al passato.

Questa tendenza degli oceani a intrappolare calore è in ultima analisi un vero e proprio effetto smorzante. Infatti le temperature superficiali hanno subito poche variazioni nell’ultimo decennio. Quindi se per il momento l’aumento della temperatura globale è contenuto è anche grazie agli oceani che assorbono una quota importante di CO2 oltre che direttamente parte del calore.

Possibile che anche mari minori si comportino allo stesso modo? Gli aumenti di temperatura degli ultimi anni nel Mediterraneo suggeriscono una risposta affermativa.

Cosa succederà invece quando altro calore non potrà più essere assorbito?
L’acqua più calda tenderà a salire andando ad aumentare l’evaporazione che a sua volta alimenterà fenomeni atmosferici estremi. Di recente sulla costa asiatica del Pacifico si è verificata una situazione molto simile.

La tendenza a intrappolare calore altera anche la salinità dell’acqua. Salinità e temperatura stanno alla base delle correnti marine che contribuiscono a distribuire il calore sulla superficie del pianeta.

Un blocco di questo effetto smorzante dovuto ad oceani e mari porterà ad un alterazione profonda del clima dell’intero pianeta.

Annunci

Commenta:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...