Sistemi per portare l’acqua ai piani alti di un edificio

rubinetto

Aprendo il rubinetto ovviamente. Ma parte gli scherzi come fa l’acqua ad arrivare al quinto piano della vostra abitazione, oppure al centesimo del grattacielo personale di uno sceicco? Per far salire l’acqua ai piani alti serve prima di tutto energia in genere fornita da un sistema di pompe ma anche un’adeguata organizzazione dell’impianto in modo da tenere bassi i costi complessivi. Ci sono vari tipi di impianti che a seconda dei casi possono svolgere più o meno bene il lavoro.

  • aumento di pressione

Se vi capita di abitare in una zona isolata dove l’accesso all’acqua viene effettuato attraverso un pozzo allora forse avrete già visto questo tipo di impianto. In genere prevede una pompa collegata alla rete elettrica che viene calata all’interno del pozzo.

Perché la pompa deve stare vicino all’acqua? Perché nel condotto di aspirazione si viene a creare una zona a pressione inferiore. Se questa pressione è inferiore ad un certo valore caratteristico per il fluido utilizzato (tensione di vapore) c’è il rischio che nascano fenomeni di cavitazione. Questo prevede la creazione di bolle per via di un cambiamento di fase del liquido che diventa vapore. Nel momento in cui le bolle incontrano una pressione maggiore implodono in modo repentino danneggiando i componenti meccanici vicini.

  • gruppo di impianti ad aumento di pressione con serbatoio unico

E’ in pratica una variante del precedente impianto. Solo che in questo caso vi sono più sistemi di pompaggio diversi collegati allo stesso serbatoio. Volendo è quello che più assomiglia ai sistemi utilizzati nelle piccole città che non presentano edifici particolarmente alti.

  • impianto in serie con aumenti di pressione intermedi

Se si ha a che fare con edifici particolarmente alti non sempre è possibile portare l’acqua ai piani alti dell’edificio utilizzando una sola pompa. E’ quindi necessario montare più pompe in serie stando attenti a posizionarle in modo che quella più in alto non subisca il fenomeno della cavitazione (spiegato al primo punto). Infatti man mano che si sale lungo la colonna di liquido, spinta in alto dalla prima pompa, c’è sempre meno fluido e quindi si assiste ad una graduale diminuzione della pressione.

  • serbatoi a tetto 

Ma se la portata non è abbastanza elevata da garantire il fabbisogno della città come si risolve il problema? Spesso gli impianti man mano che la città sta crescendo finiscono per essere sottodimensionati. Si può decidere di modernizzarli ad un costo elevato oppure inventarsi dei sistemi che permettano di accumulare localmente acqua anche nei momenti in cui questa non viene richiesta dall’utilizzatore. E’ un po’ questo il caso di New York dove è ancora possibile osservare grossi serbatoi sul tetto di alcuni edifici.

Questo sistema permette di sopperire alle mancanze dell’infrastruttura. Presenta però un po’ di problemi. Nei serbatoi possono infiltrarsi batteri che trovando un ambiente favorevole possono infettare l’acqua. La presenza dei serbatoi richiede una maggiore resistenza della struttura e la manutenzione non è molto economica. E’ un’impianto che per garantire la pressione sfrutta l’energia di caduta dell’acqua, che sarà minore per chi abita ai piani più alti. Proprio per garantire la pressione anche per questi locali si può utilizzare una pompa di piccole dimensioni sul tetto dell’edificio.

  • impianto in serie con serbatoi intermedi

Con questo ultimo modello siamo arrivati allo sceicco e al suo grattacielo. Per riuscire a portare l’acqua in alto e garantire il fabbisogno per tutti i piani dell’edificio in genere si utilizzano dei serbatoi intermedi che accumulano parte dell’acqua. Questi serbatoi a volte occupano interi piani, comportando una ingente spesa sia per lo spazio occupato sia per i costi di manutenzione.

Probabilmente la trazione dell’argomento in questo articolo risulterà molto superficiale ad alcuni e me ne scuso in anticipo. Spero comunque che chiunque abbia letto il post lo possa aver trovato un po’ utile o perlomeno interessante per il carattere informativo.

Annunci

Commenta:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...