La sonda Dawn rileva puntini luminosi su Cerere

puntini luminosi rilevati dalla sonda Dawn all'interno di un cratere di Cerere
Puntini luminosi rilevati dalla sonda Dawn (NASA) all’interno di un cratere di Cerere

La foto del 19 febbraio 2015, da una distanza di 46 000 km, ritrae il pianeta nano Cerere. All’interno di uno dei crateri sono stati osservati due puntini luminosi. Si pensa possano avere un’origine vulcanica, ma prima di sbilanciarsi bisogna aspettare che la sonda scatti foto ad alta risoluzione. A partire dal 6 marzo infatti Dawn entrerà in orbita attorno al pianeta nano.


Fonte della foto: NASA/JPL (ulteriori dettagli in inglese)

Annunci

11 thoughts on “La sonda Dawn rileva puntini luminosi su Cerere

  1. bortocal 28/02/2015 / 19:45

    trovano due “metropoli” su Cerere e non sanno riconoscerle… ahha ahha 😉

    • FlavioTS 28/02/2015 / 20:23

      ahah… gli alieni si sono dimenticati di spegnere la luce 😆 . A parte gli scherzi sarebbe preoccupante scoprire che si tratta di qualcosa di prezioso. Pensa che corsa per arrivare primi…

      • bortocal 28/02/2015 / 20:59

        diamanti iper-luccicosi di milioni di carati? 🙂

        naa, la prima che hai detto… 🙂

        • FlavioTS 28/02/2015 / 21:49

          con tutto quel diamante brilleremo tutti!
          e se fossero alieni? le tue teorie sull’unicità della vita dovrebbero essere riviste 😀

          • bortocal 01/03/2015 / 4:08

            mai sostenuta l’unicita` della vita, al contrario! sono stato subito convinto della teoria di Hoyle della panspermia, cioe` della vita diffusa ovunque nell’universo, e dell’origine extraterrestre della vita sul nostro pianeta, quando apparve negli anni Settanta, mi pare, e tutti la consideravano una follia, dovuta al fatto che scriveva libri di fantascienza, oltre ad essere uno scienziato.

            ma proprio per questo credo che la vita realizzi una quasi infinita` di forme diverse nell’universo e perfino su questo stesso pianeta e che non se ne trovera` nessuna che corrispona a quella umana, che credo destianta a restare un’anomalia.

            se basta una seprazione di pochi millenni per far si` che da una stessa specie qui da noi ne nascano due diverse, come pensare che separazioni ben piu` radicali, di anni luce, producano sviluppi evolutivi paralleli?

            l’ultimo forte argomento per pensarlo e` che ci stiamo rendendo conto che la Terra e` un pianeta di suo abbastanza ostile alla vita, che vi si e` sviluppata a suo marcio dispetto e creandosi le conzioni stesse per soravviverci.

            naturale pensare che siano completamente diverse le forme di vita nate in un ambiente planetario effettivamente favorevole.

            quindi non mi stuoirei (anche se non lo credo) che quelle lci su Cerere fossero effettivamente prodotte da forme di vita aliene, nate dove proprio non ce le aspetteremmo, e totalmente diverse da quelle che immaginiamo.

            magari la vita nell’universo ha normalmente la forma di fuochi che si accoppiano e si riproducono, ad esempio… 🙂

  2. FlavioTS 01/03/2015 / 11:29

    @bortocal
    allora siamo d’accordo. In fondo credo che nessuno si aspetti una copia esatta degli esseri umani 🙂

    quanto a Cerere ammettiamo che vi si sia sviluppata una specie aliena sotterranea. Sarà più interessata ad esplorare il nucleo del pianeta che le fornisce l’energia e le condizioni ambientali per vivere o l’esterno?

    ad ogni modo probabilmente non sono metropoli aliene. Molti a dire la verità sembra pensino possa trattarsi di un diamante gigante anche se l’idea predominante resta il vulcano.

    • bortocal 01/03/2015 / 17:22

      be`, L. Neil Smith non sarebbe d’accordo con te: nel suo romanzo The Venus Belt del 1981 mette su Cerere una grande città sotterranea collegata a numerosi insediamenti e stazioni da una sorta di “autostrada” (da wikipedia, naturalmente).

      non so immaginare vulcani in un pianeta che ha un diametro di meno di 1.000 km, a meno che non siano vulcani di vapore acqueo, cioe` geyser, piu` che altro.

      in ogni caso le luci osservate sono due e non sono una novita` perche` ne aveva gia` osservate Hubble nel 2003 e 2004: neppure allora si erano potute spiegare.

      • FlavioTS 01/03/2015 / 18:03

        Quella di Smith è chiaramente fantascienza. Però metti che gli ultimi marziani siano scappati lì prima che Marte perdesse i suoi oceani 😀

        le foto di Hubble non permettevano di rilevare alcun dettaglio della superficie. Erano foto molto sfocate e la macchiolina bianca poteva essere interpretata come ghiaccio.

        • bortocal 02/03/2015 / 6:55

          Ahah , vedi che ti metti a fare fantascienza anche tu. Del resto quante volte poi la fantascienza ci azzecca?
          Comunque, sbaglio oppure le luci viste da Hubble erano più di una?
          E se scoprissimo che l’ambiente più favorevole alla vita nell’universo sta in corpi celesti di questo tipo?

  3. FlavioTS 02/03/2015 / 11:24

    @bortocal
    Non so esattamente se c’erano più macchie. Di certo ce n’era una evidente. Siccome hanno osservato acqua proveniente dal pianeta si può anche pensare che siano grossi geyser congelati. E’ probabile quindi che sotto la superficie ci sia acqua liquida. Fino a pochi anni fa pensavamo di essere l’unico pianeta che ha acqua, soprattutto liquida. Ora scopriamo che forse è difficile trovare un pianeta senza acqua.

    A volte fantastichiamo un po’ per rendere le cose più interessanti 😛

    • bortocal 02/03/2015 / 12:36

      credo anche io che l’ipotesi di grossi geyser congelati sulla superficie di questo pianeta nano o planetoide sia la piu` plausibile: piu` d’uno, probabilmente, solo che risultano splendenti solo visti da particolari punti di osservazione della sonda, e dunque uno o due contigui alla volta.

      leggevo tra l’altro che si presume che su Cerere vi sia piu` acqua addirittura che sulla Terra, visto che si ipotizza l’esistenza di un oceano profondo 100 km e sepolto sotto la superficie.

      plausibili forme di vita? fosse cosi`, direi di si`.

Commenta:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...