Il volo aerostatico degli Zeppelin e dei dirigibili moderni

Sia il volo della mongolfiera che quello del dirigibile si basano sui principi dell’aerostatica. A differenza degli aerei che sfruttano le caratteristiche dinamiche dell’aria il volo del dirigibile sfrutta le proprietà fisiche dei gas. Un gas “più leggero” dell’aria circostante che, nello stesso modo di una bolla d’aria in un bicchiere d’acqua, tende a salire verso l’alto.

Sembra che in Cina conoscessero già da tempo le condizioni necessarie per il volo aerostatico ma non si hanno prove di voli con equipaggio umano. Le prime testimonianze storiche indicano che i primi voli avvennero a Parigi nel 1783 grazie ad un pallone aerostatico costruito dal francese Mongolfier. Questo apri la strada verso la conquista del cielo da parte dell’uomo. Ciò nonostante questa tecnologia presenta alcuni punti deboli. La direzionalità del pallone è affidata alla bravura del pilota nell’interpretare le correnti atmosferiche. L’unico modo per controllare una mongolfiera è variando la quota.

L’idea del dirigibile nacque verso la fine ‘800. L’aria calda utilizzata nelle mongolfiere viene sostituita da gas quali idrogeno (in tempi moderni elio) contenuti all’interno di una struttura rigida fatta in alluminio e rivestita di tessuto isolante. Ma la novità principale riguarda la possibilità di gestire la direzionalità dell’aerostato in modo attivo attraverso l’impiego di motori a scoppio.

I dirigibili Zeppelin

zeppelin-in-volo
dirigibile Zeppelin

 

La costruzione del primo Zeppelin cominciò nel 1899 ad opera del conte von Zeppelin che riuscì ad attirare l’attenzione degli investitori sul progetto. Nel 1900 venne eseguito il primo volo di un dirigibile lungo circa 128 m e dotato di 2 motori a scoppio Daimler da 14 CV ciascuno. Il progetto però andò incontro a molte disavventure che scoraggiarono gli investitori al punto che il stava quasi per fallire. Ma con l’avvicinarsi della Prima Guerra Mondiale e l’idea che potessero essere impiegati nel conflitto, oltre alla concorrenza con i primi rudimentali aerei/alianti, lo riportarono in vita. Nel 1914 i dirigibili raggiunsero una lunghezza all’incirca di 150 m ed erano dotati di 3 motori a scoppio da 200 CV, raggiungendo velocità di 80 km/h.

All’inizio della guerra furono impiegati soprattutto nei bombardamenti in Inghilterra. Per evitare i riflettori utilizzati per evidenziarli durante la notte tentavano di nascondersi sopra le nuvole. Negli ultimi due anni del conflitto, con l’avvento del primo aereo capace di sparare orizzontalmente, l’utilizzo dello Zeppelin tramontò. Durante la guerra fecero all’incirca 500 vittime, tanto che a posteriori furono considerati come metodo per tenere occupati gli eserciti nemici e strumenti per terrorizzare la popolazione piuttosto che come armi di distruzione.

I dirigibili moderni e scenari futuri

lockheed-martin-p971
Lockheed Martin P-971, dirigibile ibrido

Tra i tanti prototipi di dirigibile moderno due in modo particolare sembrano interessanti:

  • Lockheed Martin P-791
  • Northrop Grumman HAV-3

Si tratta di due dirigibili ad elio ibridi che da un lato sfruttano la spinta aerostatica e dall’altra la portanza generata grazie alla loro forma in movimento nell’aria. Il requisito principale dei progetti era quella di sfruttare la grande autonomia dei dirigibili per fornire supporto logistico alle truppe di terra in uno scenario di guerra. Entrambi i progetti alla fine sono stati accantonati. Come lo Zeppelin anche i dirigibili moderni non sono adatti alla guerra.

L’era del dirigibile è sempre stata annunciata come un evento imminente, salvo poi sonore batoste. Il problema dei dirigibili è che riescono a fare un po’ di tutto, ma c’è sempre qualcosa che riesce a farlo meglio. Bisogna quindi trovare un problema a cui altri sistemi non riescano a dare un contributo altrettanto valido.

  • Punto di forza: ottima autonomia di volo con costi contenuti;
  • Punti deboli: è soggetto alle correnti atmosferiche, non può operare in condizioni estreme.

Si potrebbe utilizzare nella versione drone per la gestione delle coltivazioni. Un altro compito potrebbe consistere nel monitoraggio delle montagne per evitare il rischio di valanghe e in caso di emergenza fornire informazioni ai soccoritori per trovare in freta eventuali vittime. In ambito militare, come velivolo a controllo remoto, può comunque trovare impiego nel monitoraggio durante la notte in quanto silenzioso e con ottima autonomia (imitando proprio gli zeppelin). Insomma il futuro del dirigibile, ammesso che ne abbia uno, sembra sempre più quello in formato “drone”.

Annunci

16 thoughts on “Il volo aerostatico degli Zeppelin e dei dirigibili moderni

  1. bortocal 15/02/2015 / 20:24

    lo sai che a Friedrichshafen, dove venivano costruiti, sul lago di Costanza, volano ancora per i turisti?

    qualche volta arrivano fino a Stuttgart e te ne trovi uno davanti alla finestra se abiti in cima a un grattacielo.

    ecco un uso nel quale i dirigibili potrebbero essere imbattibili (come le mongolfiere, del resto): quello turistico per lenti sorvoli di zone interessanti dal punto di vista paesaggistico (vedi, per esempio, Cappadocia o Bagan, in Myanmar).

    • FlavioTS 15/02/2015 / 20:31

      eccolo il mio unico lettore!

      davo per scontato l’utilizzo turistico, però è vero che avrei dovuto citarlo. Sapevo che li usano ancora per scopi turistici ma ora so anche dove. Grazie per le informazioni! 🙂

        • FlavioTS 15/02/2015 / 21:07

          io non ho cancellato nessun commento. Cioè ne hai inserito solo un altro prima di questo, o no?

          insisto insisto… poi però magari mollo tutto e mi riposo 🙂

          • bortocal 15/02/2015 / 21:14

            ma non parlavo di te, parlavo della piattaforma, ovviamente!

            che prima ha cominciato a diffidare di me, poi mi ha chiesto le credenziali, poi me le ha fatte scrivere tre volte, e alla fine ha cestinato il commento, anche!

            vediamo se lo rifa` anche adesso, ad ogni buon conto, adesso memorizzo prima di cliccare invio.

            • FlavioTS 15/02/2015 / 21:19

              dopo tutti questi anni di matrimonio non si fida più 🙂

        • FlavioTS 15/02/2015 / 21:31

          Ho trovato il tuo commento nello spam. Ti ha bloccato perché hai messo un link che ha considerato strano :-/

  2. bortocal 15/02/2015 / 21:34

    ah ecco.

    la piattaforma mi spia e sospetta di me!

    pensa che abbia dei gusti strani? 🙂 🙂 🙂

    • FlavioTS 15/02/2015 / 21:35

      ahah… non so ma ti considera uno spammer 😀

      • bortocal 15/02/2015 / 21:49

        mi fai venire in mente che sono mesi che non controllo piu` il mio spam.

        magari lo trovo pieno di commenti interessanti cestinati… 🙂

      • bortocal 15/02/2015 / 21:50

        e tu pensa: hai un solo commentatore affezionato e la piattaforma cerca anche di liquidartelo come spammer!!! 🙂 🙂 🙂

      • FlavioTS 15/02/2015 / 21:55

        sarà ma perché trovava strano che io potessi avere un commentatore 😦

        Fai direttamente “svuota spam” e non ci pensare più…

        • bortocal 15/02/2015 / 22:04

          ovviamente non ti sto ascoltando e cosi` posso godermi chicche come questo commento:

          Ho comprato questo vestito (molto dispiaciuto per la qualit脿 del telefono di patate e specchio colpo, ma io don avere qualcuno per scattare una foto di me e non c’猫 niente nel mio appartamento che funziona come un treppiede di fortuna), ma sono in perdita come indossare , cosa da abbinare con, come accessorize, o se si guarda anche bene su di me. Voglio dire, mi piace molto, ma che potrebbe non necessariamente significa che lusinghiero?
          Converse Tramp Mandrino Taylor Classico Basso Scarpe Cioccolato

        • FlavioTS 15/02/2015 / 22:13

          io dico di approvarlo, per il semplice motivo di averti scambiato per uno stilista e averti contattato dalla Cina per un parere sul nuovo vestito.

          • bortocal 15/02/2015 / 22:18

            io dico di no, e ti spiego perche`.

            un post su Marylin era particolarmente preso di mira dallo spam e io avevo pensato di accettare lo spam su quell’unico post per poter dimostrare come e` fatto: erano centinaia di commenti, giuro.

            dopo qualche mese mi e` arrivata una diffida dalla piattaforma che mi accusava di complicita` con tentativi di truffa e altre amenita` del genere e mi invitava a rimuoverlo.

            io non sapevo neppure come fare e ho avuto paura che mi cancellassero il blog.

            poi, dopo un paio di mesi ci sono riuscito…

            figurati che voglia ho di ripetere l’esperimento…

  3. FlavioTS 15/02/2015 / 22:24

    @bortocal

    ecco perché non si fidano più di te e ti consideranno uno spammer. Sei sulla loro lista nera 😀

Commenta:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...